Regimazione idraulica, è la stagione dei cantieri

FONDI REGIONALI
Regimazione idraulica, è la stagione dei cantieri
Previsti anche interventi nei boschi valsabbini
nLa Valsabbia ha fatto la sua parte, ora tocca alla Regione. Tutta una serie di interventi (con al primo posto le sistemazioni idraulico-forestali, seguite dalle manutenzioni straordinarie della viabilità silvo-pastorale), sono contenuti in un piano operativo triennale comunitario. I Comuni valsabbini che vi hanno aderito hanno predisposto nel 2010 progetti per 916.534,26 euro, per un contributo richiesto pari a 841.534,27 euro. Le proposte progettuali per i due anni successivi ammontano rispettivamente a 923mila euro per il 2011 e 903mila per il 2012. La Valsabbia, insomma, non si è fatta trovare impreparata alla fine dello scorso mese di agosto, quando la Regione ha messo sul piatto bandi per sei milioni di euro da spendere sulle misure forestali. Fra i progetti da finanziare al 100% ci sono la sistemazione di un dissesto idrogeologico con opere di ingegneria naturalistica a Capovalle (35mila euro), la regimazione delle acque del torrente Canaffia a Bagolino (55mila), la sistemazione idraulico-forestale di una manciata di versanti e di vallette a Pertica Bassa (60mila), la regimazione del torrente Caneto a San Rocco di Pertica Alta (20mila), un progetto di recupero ambientale con sistemazione idraulica a San Faustino di Bione (60mila), un intervento di regimazione idraulica a Cesane e Marzago a Provaglio Valsabbia (94mila euro). Da finanziare all'80% ci sono alcune sistemazioni della viabilità agro-silvo-pastorale a Vestone, Paitone, Capovalle, Odolo, Treviso Bresciano, Pertica Alta e Bassa, Provaglio e Bagolino. Contributi speciali per il Comune di Mura che intende riqualificare le zone attrezzate delle «Paludi» e della chiesetta degli Alpini e i Consorzi forestali «Nasego» e «Terra tra i Due Laghi», impegnati in conversioni boschive ad alto fusto e in interventi di tipo fitosanitario.