Verso il nuovo «Pgt» Un questionario civico interroga i cittadini

Verso il nuovo «Pgt» Un questionario civico interroga i cittadini Nei giorni scorsi, oltre agli auguri natalizi il Comune di Odolo ha inviato in tutte le case un questionario: contiene una serie di domande formulate ai cittadini per raccogliere idee e proposte in vista della stesura del Piano di governo del territorio; il sostituto del Piano regolatore. Gli amministratori chiedono ai concittadini di riconsegnarlo compilato in municipio entro la metà di questo mese. «Stiamo attuando la legge regionale 12 del 2005 - spiega il sindaco Fausto Cassetti - la quale sancisce tra l’altro che la preparazione del Pgt, un documento che determinerà in quale ambiente vivremo nei prossimi anni, deve rispettare principi come pubblicità e trasparenza nella fase di formazione e la partecipazione: significa che il Pgt non lo fanno solo tecnici e amministratori, ma anche i cittadini». Il sindaco chiede a ognuno 15 minuti per offrire risposte da elaborare poi in forma anonima e aggregata: «Abbiamo chiesto agli odolesi di esporre il loro pensiero su Odolo quando si muovono per andare al lavoro, fare la spesa, portare i bambini a scuola; oppure quando ricorrono ai diversi servizi. Abbiamo chiesto di fare un confronto con i paesi vicini, e di pensare a ciò che le piace, a ciò che manca e che si potrebbe fare; a come si vorrebbe Odolo nei prossimi anni tenendo conto anche di interessi ed esigenze altrui». Qualche accenno più dettagliato ai quesiti? Ci sono richieste sul grado di soddisfazione e sulle proposte possibili relativamente a qualità della vita, su principali problemi da affrontare e risolvere (istruzione, lavoro, sport, sicurezza, trasporti, ambiente, cultura e servizi alla persona); ma anche domande sui mezzi di trasporto utilizzati e sull’opinione in merito alla rete stradale urbana e su molto altro ancora. Massimo Pasinetti Bresciaoggi Venerdì 9 Gennaio 2009