Il caviale bresciano sbarca a New York

Il caviale bresciano sbarca a New York L’Agroittica Calvisano apre un «flagship store» al Four Season sulla 58ª, fra Madison e Park Avenue e avvia una filiale nel New Jersey per lo stoccaggio ed il riconfezionamento delle uova di storione CALVISANO Gli imprenditori italiani, si sa, sono famosi nel mondo per non fare mai nulla di scontato. E la decisione di Agroittica Calvisano di investire nel mercato degli Stati Uniti nel bel mezzo della peggior crisi economica che ha mai investito il Paese rispetta in pieno un «clichet imprenditoriale» che ha fatto la fortuna del made in Italy. Ne è convinto Sandro Cancellieri, da 11 anni amministratore delegato dell’azienda di Calvisano che in queste settimane è stata oggetto di attenzione di molti quotidiani della Grande Mela, primi fra tutti il «New York Times» e «Time Out». Motivo di tanto interesse? L’apertura della prima Calvisius Caviar Lounge a Manhattan. Il primo monomarca 35 metri quadrati di lusso ed eleganza, nello stesso immobile che ospita il celebre Hotel Four Season dal quale sarà possibile accedere. Collocato tra Madison e Park Avenue, con ingresso dalla 58ma Strada. Uno spazio raffinato con pochissimi posti a sedere in questi giorni costantemente prenotati. È qui che si degusta il caviale bresciano accompagnato in modo sublime dall’ottimo bollicine Bellavista Grand Couvée. «È un passo importante per avere visibilità sul mercato statunitense - spiega Cancellieri -. Un tipico ’’flagship store’’, negozio bandiera, primo di una serie che intendiamo sviluppare nel mondo attraverso una rete franchising». Obiettivo franchising Al progetto l’Agroittica Calvisano ci lavora da un paio d’anni. L’investimento è di circa 2 milioni di euro. Il format prevede un locale in boiserie, con poltrone Cassina, tavolini e banco frigo in onice. Sarà possibile gustare ricette a base di caviale servito con il Franciacorta, al costo di una cinquantina di euro, ma sarà possibile degustare le prelibate uova di storione anche al prezzo «one shot» di 25 o 35 euro a seconda della qualità. Il Calvisius Caviar Lounge ha aperto i battenti lo scorso giovedì 19 marzo e sta riscuotendo un successo inatteso. «In questi giorni è praticamente tutto sempre esaurito, grazie anche alla buona accoglienza mediatica - continua Cancellieri -. Per ora viene servito solo caviale e Franciacorta, lo storione arriverà più avanti». Nuova filiale nel New Jersey Quello di New York non è l’unico investimento negli Stati Uniti di Agroittica. Il prossimo 3 aprile, nel New Jersey verrà inaugurata la nuova filiale di confezionamento creata per servire tutto il mercato americano. «Siamo presenti negli Stati Uniti già da alcuni anni con un distributore, ma ora abbiamo deciso di entrare sul mercato in prima persona. Per farlo ci serviva una unità di confezionamento sul posto - spiega Cacellieri -. Oggi Agroittica vende il 95% della proprio caviale all’estero: in Giappone, Francia, Germania e Regno Unito, ma soprattutto alle compagnie aeree. Era strategico potenziare la nostra presenta negli Stati Uniti. È un mercato dalle grandissime potenzialità». L’investimento per la nuova filiale è di 100mila euro. L’impianto sorge su una superficie di 500 metri quadrati in un’area strategica, a 40 minuti da Manhattan, con un magazzino dotato di cella frigorifera per lo stoccaggio delle grandi latte da 1,8 kg contenenti le prelibate uova di storione, da sempre sinonimo di lusso e raffinatezza, prodotte negli allevamenti della Bassa Bresciana. Roberto Ragazzi r.ragazzi@giornaledibrescia.it Giornale di Brescia 27 marzo 2009