L’opinione di Giuseppe Pasini, presidente di Federacciai e di Feralpi Holding, sull’attuale congiuntura siderurgica.

«La situazione è ancora difficile e non dovrebbe modificarsi sostanzialmente nei prossimi sei mesi. Il settore dell’acciaio sta pagando un conto salato alla crisi economica. Oggi si vedono piccoli segnali di ripresa, soprattutto in Medio Oriente, Cina e India, ma l’Europa si muove ancora poco. Per il prossimo semestre, quindi, il mercato sarà ancora insoddisfacente: le probabilità di un’inversione di rotta entro al fine del 2009 sono poche».